San Juan Diego di Guadalupe

SAN JUAN DIEGO DI GUADALUPE (1474-1548)

Dipinto da Riccardo Sanna

 

* Il suo impronunciabile nome originale CUAUHTLATOATZIN, in lingua atzeca, significa colui che parla come un'aquila e la sua vita si svolge entro la storia poco gloriosa e spesso dolorosa della scoperta delle Americhe (1492) da parte degli europei  e della conquista del Messico con la brutale distruzione della capitale (1521) e delle vestigia della civiltà atzeca con il faticoso e  imposto passaggio a una nuova  cultura e civiltà, quella europea e in qualche modo cristiana.

* Juan Diego, che è un modesto coltivatore dei dintorni della nuova capitale, è tra i primi ad aprirsi

all'evangelizzazione operata dai francescani  spagnoli e si reca alle catechesi e alle celebrazioni a Santiago di Tlatelolco dove a 50 anni riceve il Battesimo e il nuovo nome assieme alla moglie Malintzin, rinominata Maria Lucia, che sopravviverà appena 4 anni all'evento lasciandolo solo con lo zio Juan Bernardino.  In questo contesto, e come segno dal Cielo in difesa e legittimazione della dignità dei poveri e di ogni oppresso, va collocata  l'apparizione della Madonna all'indio il quale, transitando di fretta per la collina del Tepeyac, viene attratto da un canto armonioso di uccelli e dalla visione di una Donna che lo chiama per nome con tenerezza. E' il 9 dicembre 1531.

 * La Signora, con linguaggio letteralmente comprensibile al veggente, dice di essere la perfetta sempre vergine Maria, la madre del verissimo e unico Dio,  e gli ordina di recarsi dal vescovo Zumarraga a riferirgli che desidera che le si eriga in suo onore un tempio ai piedi del colle. Juan Diego esegue l'ordine ma.... non viene creduto. Triste fa ritorno e reincontra la Signora la quale gli ripete di tornare dal vescovo l'indomani con lo stesso messaggio. La comprensibile resistenza del vescovo  lo porta a  chiedere all'Apparizione un "segno" della sua autenticità. La Signora ordina così a Juan Diego  di raccogliere sulla cima della collina dei fiori bellissimi, in pieno inverno; e quando lui, ignaro, apre il suo mantello davanti al prelato... sulla sua tilma si imprime e si fa visibile a tutti l'immagine della Signora così come gli era apparsa: LA MADONNA DI GUADALUPE, in atzeco COATLAXOPEUH, cioè Colei che schiaccia il serpente.

*  Nel medesimo momento veniva guarito lo zio Juan Bernardino.... primo, questo, di una serie di miracoli attribuiti alla Madre di Dio.  La Cappella in onore della Vergine viene costruita costituendo l'avvio dei successivi e crescenti Santuari. Juan Diego, lasciando ogni sua cosa, vi si trasferisce vivendo in penitenza e orazione per 17 anni, servendo nella chiesa e testimoniando quanto Maria avesse detto e fatto per lui e per quelli che con affetto filiale si rivolgeranno al suo cuore di Madre.

* Giovanni Paolo II ha proclamato Juan Diego Beato nel suo viaggio in Messico del 1990, Santo a Roma nel 2002. Il Santuario di Guadalupe è uno dei più visitati del mondo e La sua Madonna,  Patrona dell'America Latina, ha fatto delle popolazioni indigene e poi meticcie le più grandi comunità aperte all'accoglienza del Vangelo e al suo annuncio ad altri poveri

*  San Juan Diego di Guadalupe ricorda a tutti noi, anche a Gesù Operaio, che Dio esalta gli umili e fa grandi cose, nella missione evangelizzatrice della Chiesa, con chi si affida alla Madre, Maria.

 

 (Ricerca e sintesi di d.Zeno Daniele, marzo 2015)    

 

 

 

Vai all'inizio della pagina